Category Archives: Infiltrazioni

Ernie cervicali C5-C6 e C6-C7

NOME_O_NICK: Stefano

EMAIL: Stefanobettini@Alice.it

STORIA: Uomo Eta 38
Ha marzo del 2011 mi sono state trovate 2 ernie cervicali C5-C6 e C6-C7, con formazione osteofitaria che ha già interessato la compressione del nervo.
I primi sintomi sono stati dolore alla spalla sinistra irradiato al braccio con forti dolori al collo che mi limitavano i movimenti.
Fino a pochi anni fa sono stato professionista nell’atletica leggera nelle gare di velocità 100-200 m , detto dai medici e’ stata la causa che mi ha portato nel tempo a questo problema, aggiungo anche che il mio lavoro non mi aiuta per la postura svolgendo la professione di Medico Dentista.
Per i primi 4 mesi ho fatto fisioterapia con infiltrazioni paravertebrali di ozono, nessun risultato di miglioramento.
A Novembre di mia iniziativa sono andato per un consulto da un neuroradiologo, il quale di comune accordo mi ha fatto una infiltrazione di ozono all’interno del disco vertebrale .

E’ molto importante sapere che questa tecnica infiltrativa deve essere fatta esclusivamente da un neuroradiologo o neurochirurgo quindi da mani esperte perché l’inserimento dell’ago viene guidato tramite TAC in una sala operatoria quindi in un ambiente totalmente sterile.
Dopo un mese comincio a stare meglio e anche la spalla mi fa meno male , tra 2 mesi mi sottoporrò a una seconda infiltrazione sempre in day hospital in ambiente ospedaliero .
Per ulteriori informazioni in merito potete contattarmi tramite mail.

Ernia e dolore lombare

]Nome : FIlippo Pinna
Età : 40
Sesso : Uomo

Patologia : dolori lancinanti nella zona lombare e al nervo sciatico con impedimento  anche  al movimento

Cure : dopo varie cure  dagli antidolorifici al cortisone,voltaren, muscoril, miotens, fisioterapia dopo una visita mi viene consigliato come ultima opzione prima dell operazione di fare delle iniezioni transacrali, praticamente passando un ago attraverso l osso sacro e inietare la medicina proprio vicino al punto dolente.
iniezioni eseguite in day hospital da anestesisti specializzati a distanza di 3 4 girni una dall altra con il seguente risultato, il giorno dopo la terza iniezione sono ritornato al lavoro e considerando il fatto che faccio il muratore sei anni senza mal di schiena sono senzaltro un aiuto.
anche se può sembrare doloroso le iniezioni vanno praticate in anestesia locale e non si avverte nessun dolore.

Dottore : dott Migliari presso l ospedale di marino di alghero

S1-L5 L5-L4

Nome : cristinaEtà : 41Sesso : DonnaPatologia : protrusioniCure : salve a tutti. Ho effettuato 3 infiltrazioni epidurali con buon beneficio, alla terza però ho avuto complicanze dopo 2 giorni .Comparsa di rigidità nucale, cefalea, ronzio alle orecchie, sintomi che peggiorano stando in piedi. Rivalutata dal medico con la diagnosi di “irritazione meningea”, complicanza rara ma possibile. Volevo sapere se tale episodio è capitato a qualcuno per avere un’idea della durata dei sintomi della spiacevole complicanza. grazieDottore : istituto clinico mater domini castellanza

ernia al disco L4-L5

Nome : Busillo RenatoEtà : 48Sesso : UomoPatologia : formicolio alla gamba destra e dolori lancinanti nel camminare e nell’alzarsi o muoversi dal letto, bloccaggio doloroso per circa 4 mesi dei movimentiCure : dopo un anno la RSM dichiara che nnon c’è stato miglioramento dello stato di ernia discale ma, invece, di fatto i dolori sono enormemente attenuati e trasformati in lievi fastidi. COME HO FATTO?..semplice, dopo varie ricerche e consigli ascoltati da medici vari, ho abbandonato il consiglio del neurochirurgo di operarmi o di tentare l’ozonoterapia e, invece, ho tentato le infiltrazioni con iniezioni di acido ialuronico direttamente sulla zona erniata, ho fatto esercizi da solo unendo le ginocchia mentre stavo steso sul letto (trattamento come da consiglio fisioterapico) e mi sono costretto, nonostante i fortissimi dolori, a camminare su percorsi pianeggianti in maniera continuativa per almeno 3 Km al giornoDottore : le infilrtrazioni mi sono state praticate un giorno sì ed uno no per tre mesi priivatamente dal dr. ROBERTO ZOMACK ortopedico dell’ospedale Monaldi di Napoli telef. 081-66.81.11 (tutti i primi pomeriggi di lun-mer-ven)

mediana-paramediana L5S1

Nome : DanieleEtà : 28Sesso : UomoPatologia : Appianamento della fisiologia lombare e riduzione del calibro del canale vertebrale per peduncoli corti in rachide con iniziali manifestazioni artrosiche.A livello L2L3 ed L4L5 sfiancamento discoanulare circonferenziale con impronta sul sacco durale ed iniziale interesamento foraminale bilaterale.L4L5 ernia mediana-paramediana dx tendente alla migrazione caudale con conpressione sulle strutture sacco.radicolari ed interessamento preforamino-foraminale bilaterale a dx.L5S1 ernia discale paramediana migrata caudamente con compressione/dislocazione della radice S1 omolaterale; spondilolisi istmica bilaterale di L5 aumento segnale in T2 alle articolazioni interapofisiarie da minimo versamento.Il dolore è passato poco dopo la fine delle cure..io non sto male ma preoccupa la diminuzione di forza relativa a piede polpaccio e coscia sinistra e relativa perdita sostanziale di sensibilità soprattutto al lato esterno.Ho già effettuato elettromiografia (EMG) e si denota un disturbo effettivamente ma non così preoccupante.Riesco ora a camminare abbastanza bene,lievi fastidi che un po’ condizionano nei movimenti.Fasce muscolari sempre tese e naturalmente poca facilità di movimento e niente sforzi ma ripeto niente dolore.Il mio ortopedico (un amico e a sentire anche molto bravo) dice di operarmi e che con le terapie non avrò alcun beneficio.Devo lasciarmi convincere secondo voi o tento prima altre strade…dice che non dovrei lasciar passare molto tempo per la decisione perchè altrimenti l’ernia di cui un pezzetto è distaccata potrebbe calcificare con dei tessuti che porterebbero a complicazioni.Scusate la lunghezza,son stato indeciso fino all’ultimo se scrivere o meno anche perchè vedo molte esperienze negative!Io facevo sport a livello agonistico (calcio a 5) e non vorrei smettere del tutto di muovermi a 28 anni.L’operazione è quella che (per sentito dire) da buon margine di ripresa.Grazie a tutti e in bocca al lupo!Cure : infiltrazioni di bentelan x 6 gg (3 dose alta/3 dose più bassa)Dottore : Ancona Torrette.

ERNIE CERVICALI

Nome : RAFFAELLAEtà : 34Sesso : DonnaPatologia : Ex giocatrice di pallavolo, ho lamentato da anni un dolore alla parte anteriore della spalla dx. Dopo molti tentativi mi hanno diagnosticato una slap lesion di tipo2 al capolungo del bicipite con atrofia al sottospinoso ed instabilità a livello cuffia dei rotatori. Dopo un paio d’anni mi sveglio una mattina con un dolore al braccio dx. Infiltrazioni di cortisone. Il dolore persiste. Non dormo più di notte. Non riesco a stare orizzontale. Finchè un medico mi fa fare una rm al collo: un’ ernia in c5-c6 e due protrusioni. L’unica cosa che ha funzionato sono state delle infiltrazioni direttamente nella zona dorlorante di un cocktail di farmaci, 6 mesi di dolore ininterrotto. Nessun medico ha mai messo in relazione la problematica della mia spalla con l’insorgere dell’ernia sempre nel lato dx del mio corpo. Ma a mio parere tutto è correlato. Non so se operare la spalla mi possa aiutare.Cure : Cortisone, osteopata, massaggi, laser, pompage, ma l’unica cura che ha dato riusltati è la serie di infiltrazioni fatte direttamente nel collo con un cocktail di antidolorifici, antiinfiammatoriDottore : ospedale di Peschiera

l5-s1 e l4-5

Nome : Re StefaniaEtà : 29Sesso : DonnaPatologia : Sono ormai bloccata da 6 settimane con forti dolori alla schiena e alla gamba che non mi permettono di lavorare. Ho deciso di provare l’intervento chirurgico con la pldd a firenze con il chirurgo MEnchetti.Si parla del 90% di successi e di recidive solo nell’1% dei casi. Questo tipo di intervento non preclude in alcun modo un futuro intervento con le metodologie standard.Qualcuno di voi ne ha mai sentito parlare?Cure : Per ora ho effettuato fisoterapiaDottore : MEnchetti – Villa Cherubini FI